Notizie utili

Column: Pesche
Author: admin



Lo Stemma






Numeri di abitanti: 1680
Altezza sul livello del mare: 732 m
Distanza da Isernia: 3 km
Denominazione degli abitanti: Pescolani
Telefono Comune: 0865.460130 - 0865.460023
Fax: 0865.460363
Sito Web: www.comune.pesche.is.it
E-mail: comunedipesche@pec.comune.pesche.is.it; pesche@comune.pesche.is.it

Galleria fotografica









DESCRIZIONE

Arroccato alle pendici del monte che chiude a nord la pianura di Carpinone, tra i borghi della provincia pentra è quello che presenta il paesaggio più suggestivo e caratteristico: case in pietra grigia costruite direttamente nella roccia, con i ruderi del castello a dominare l’abitato di Isernia, gli fanno assumere l’aspetto di un presepe. Il profilo orografico prevede variazioni altimetriche notevoli: il borgo è in posizione elevata da dove lo sguardo può abbracciare la catena delle Mainarde, a ovest, e il Matese a sud, mentre nella piana, attraversata dal fiume Carpino, si sono insediate le costruzioni più recenti.

LOCALIZZAZIONE

È attraversato dalla statale 17 Appulo-Sannitica e dal tratto iniziale della statale 650 Fondo valle Trigno che collega il capoluogo di provincia al titolare adriatico.

EVOLUZIONE STORICA

Fonti documentali attestano che nel XII secolo Guglielmo di Pesclo aveva il controllo di queste terre e di quelle di Cantalupo nel Sannio. Tuttavia, è accertato anche un insediamento in epoca romana il località Santa Maria del Bagno, posta più in basso rispetto al borgo, che, con molta probabilità, deve il proprio toponimo proprio al fatto che a quell’epoca erano lì collocate le terme di Isernia. Seppur la rocca posta a dominio della valle non tradisce le origini normanne, la presenza della chiesa di San Michele Arcangelo, nei documenti dell’abbazia cassinate indicata come Santa Croce di Isernia, posta comunque fuori dal perimetro murario più alto, richiama ad un insediamento longobardo. Certo è che fino al XV secolo faceva parte dei possedimenti dell’Abbazia di Montecassino dalla quale passò alla famiglia di Sangro, per essere poi feudo di Isernia e delle famiglie Spinelli, de Regina, Pisanelli e Ceva-Grimaldi, che lo detenne fino alla fine del periodo feudale. Dal 1806 fu inserita nel distretto di Isernia e solo due anni più tardi apparve il toponimo Pesche, divenne comune autonomo solo nel 1937. Oltre alla chiesa dedicata a San Michele Arcangelo, il cui aspetto attuale è frutto degli interventi ristrutturativi del XVIII secolo, si possono ammirare i ruderi del castello posti in un’area naturalistica di pregevole valore, tanto che nel 1982 è stata istituita una Riserva Naturale Orientata che si estende per circa 550 ettari ed è gestita dal Corpo Forestale dello Stato.

FESTE E FIERE

L’ultimo weekend di maggio c’è la festa di Santa Maria del Bagno, mentre il patrono San Michele Arcangelo si festeggia il 29 settembre. Tra le iniziative estive, in agosto c’è la sagra degli arrosticini abruzzesi e quella dell’autoctona patata turchesca. Il paese è però conosciuto soprattutto per il Concorso “I Presepi nel Presepe” (dicembre – 6 gennaio) con l’allestimento di presepi tradizionali e innovativi nei fondaci del caratteristico centro storico.

COSA VEDERE

Il Borgo medioevale e il centro storico – il Santuario di Santa Maria del Bagno – la chiesa parrocchiale del Santissimo Rosario – la chiesetta di San Giovanni Battista – la Riserva Naturale Orientata.

DOVE MANGIARE

Ristorante pub pizzeria paninoteca “Cadillacm Ranch” (0865.460055, chiuso il lunedì) – ristorante “Santa Maria del Bagno” (0865.460129, chiuso il lunedì, gradita la prenotazione) – ristorante “Tre Assi” (0865.460348, chiuso la domenica sera) – ristorante “Villa delle Rose” (0865.460064, chiuso il lunedì) – pizzeria micro birrificio “Bas & Co.” (0865.460448).

DOVE DORMIRE

Alberghi: “Santa Maria del Bagno” eee (0865.460129).

INFO ASSOCIAZIONI

Comune (pesche@comunedipesche.is.it; www.comune.pesche.is.it; tel. 0865.460130-460023; fax 0865.460363) – Pro Loco (335.1283901 – prolocopesche@virgilio.it).

Published:  14.06.16