Menu principale
Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
Lingua


SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Itinerari > Ambiente e Natura > Riserve Naturali e Oasi > Foresta Demaniale Regionale PENNATARO
Foresta Demaniale Regionale PENNATARO

Foresta Demaniale Regionale PENNATARO

Ministero delle Politiche Agricole Forestali Corpo Forestale dello Stato Ufficio Territoriale per la Biodiversità Isernia Regione Molise Assessorato alle Politiche Agricole e Forestali Direzione Generale II.

FORESTA DEMANIALE REGIONALE PENNATARO

SUPERFICIE
La Foresta Demaniale Regionale "Pennataro" ha una superficie di circa Ha 345, boscata per oltre il 95%.

FLORA
Il paesaggio vegetale è caratterizzato dalla presenza di vaste superfici forestali e più modeste superfici prative. Alle quote più elevate ed alle esposizioni più fresche si trovano le faggete pure, mentre al di sotto dei 1000 m s.l.m. è presente la cerretta mista con carpino bianco, acero opalo, acero di Lobelius. Tra gli arbusti più rappresentati abbiamo il biancospino, il nocciolo, il prugnolo, la rosa canina. Come emergenza floristica è presente un garofano selvatico molto raro in Molise, il cui nome scientifico è Dianthus barbatus. Questo presenta dei fiori molto graziosi di colore rosso-carmino. Nel passato in alcune aree rade della foresta è stato introdotto l'abete bianco che ha dato buoni risultati.

FAUNA
È molto varia ed abbondante. Tra gli uccelli si annoverano: tortore, colombacci, ghiandaie, merli, tordi, quaglie e rapaci come la poiana, il gufo, la civetta. Tra i mammiferi sono presenti toporagni, talpe, ricci, donnole, faine, scoiattoli, tassi, lepri, volpi. Si osserva saltuariamente il daino, che è stato introdotto dall'esterno, mentre è costante la presenza di caprioli e di branchi di cinghiali. Tra i rettili si annoverano la vipera comune, il biacco, il cervone, il ramarro ed altri. Tra gli anfibi sono stati osservati la salamandra, il rospo comune e varie specie di rana.

NOTIZIE STORICHE
Il complesso forestale di Montedimezzo-Feudozzo-Pennataro, esteso 1170 ettari, di proprietà degli Angioini dal 1200, fu ceduto nel 1606 ai Monaci Certosini di Napoli dopo che un immane incendio lo aveva distrutto. I monaci ricostruirono la foresta e la conservarono fino al 1799 quando entrò a fare parte del regio patrimonio della Casa Borbonica. Con l'Unità d'Italia fu incamerato dallo Stato. Il nucleo di Pennataro con D.M. 05/03/1975 è stato trasferito alla Regione Molise e da questa affidato in gestione, nello stesso anno, all'allora Azienda di Stato per le Foreste Demaniali, oggi Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Isernia.

ATTIVITA' DI PREVENZIONE INCENDI
Costantemente vengono messe in atto attività volte alla prevenzione del pericolo incendi attraverso la manutenzione delle "fasce tagliafuoco", il controllo della biomassa eccedente, e la manutenzione della viabilità di servizio. In tempi brevi verrà impermeabilizzata parte di una piccola depressione naturale prossima alla località denominata "Lago di Pece" per la formazione di una riserva d'acqua piovana in caso di incendio in foresta e nelle altre ampie aree forestali limitrofe.

CURA E MIGLIORAMENTO DEL BOSCO
Al Corpo Forestale dello Stato è affidata anche la cura del bosco, che consiste nella ricostruzione delle aree percorse e danneggiate dal fuoco e nell'esecuzione di tutti quegli interventi selvicolturali necessari ad assicurare la "salute" del bosco ed il mantenimento della biodiversità. L'intera foresta rientra nel più ampio Sito di Importanza Comunitaria (SIC) che comprende, fra l'altro, la RNO - Riserva MaB dell'UNESCO di Montedimezzo e l'omologa foresta demaniale "Monte Capraro", che hanno la medesima gestione.

CAMPEGGIO
Nella foresta è altresì consentita l'attività di campeggio per gruppi organizzati ed a scopo educativo, previa autorizzazione da parte dell'ufficio gestore.

VISITE GUIDATE
È possibile prenotare visite guidate della Foresta Demaniale Regionale "Pennataro" rivolgendosi all'Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Isernia, sito in via Bellini 8/10, tel. 0865 3935, fax 0865 413491, E-mail: utb.isernia@corpoforestale.it, oppure al Comando Stazione Forestale di "Montedimezzo" (S. Pietro Avellana), tel/fax 0865 940134.

LOCALIZZAZIONE
La Foresta Demaniale Regionale "Pennataro" è situata in agro del Comune di Vastogirardi (IS) e confina con la foresta demaniale di Feudozzo, ricadente nella Regione Abruzzo e con la R.N.O. di Montedimezzo.

(Fonte: pubblicazione a cura del Corpo Forestale dello Stato - Ufficio per la biodiversità di Isernia)


Naviga negli articoli
Precedente articolo Oasi WWF Le Mortine Foresta Demaniale Regionale MONTE CAPRARO prossimo articolo
Cerca nel sito
Menu



2007-2012 Presidio Turistico Provincia di Isernia - tel. +39 0865 441471 - fax +39 0865 441290 - mail - Sigmastudio design