Main Menu
Login
Username:

Password:


Lost Password?

Register now!
Language


Home > Comuni > Acquaviva d'Isernia > Notizie utili

Acquaviva d'Isernia

Notizie utili

By Enzo [Vincent]
08.06.16
More articles by Enzo
Browse all articles[2]


Lo Stemma





Numeri di abitanti: 464
Altezza sul livello del mare: 730 m
Distanza da Isernia: 20 km
Denominazione degli abitanti: Acquavivesi
Telefono Comune: 0865 84260
Fax: 0865 847776
Sito Web: www.comune.acquavivadisernia.is.it
E-mail: acquavivadisernia@libero.it; comuneacquavivadisernia@pec.it

Galleria fotografica



DESCRIZIONE

Comune di montagna dalla chiara matrice medievale; tuttora, vive prevalentemente di agricoltura. La popolazione si concentra per lo più nel centro storico costituito dalle caratteristiche abitazioni in pietra. Il territorio si sviluppa su diverse altimetrie che rendono irregolare il paesaggio con rilievi più o meno pronunciati in cui dominano la quercia e il carpino.

LOCALIZZAZIONE

Posto nel bacino superiore del fiume Volturno, a destra del torrente Rio, di qui la probabile origine del nome, si raggiunge percorrendo la statale 85 Venafrana e imboccando per pochi chilometri la s.s. 158, sulla quale si immette la statale 17 Appulo-Sannitica per chi proviene da Isernia.

EVOLUZIONE STORICA

Reperti di epoca sannitica rimandano alla presenza di un centro abitato sin da allora; come per la maggior parte dei comuni della zona anche Acquaviva era ricompresa nella circoscrizione dell’Abbazia di San Vincenzo al Volturno. Passò poi agli angioini, con Carlo I d’Angiò che lo concesse a due fedeli cavalieri: Filippo d’Angosa e poi Matteo di Rossiaco. Passò ai Cantelmo e infine ai Carmignano. Nel 1807,  il comune era sotto il governo di Rionero e vi rimase fino al 1811 quando fu spostato a Forlì del Sannio e a questo accorpato nel 1928 per staccarsene nel 1946. Il centro storico conserva un palazzo baronale di epoca rinascimentale.

FESTE E FIERE

Patrono del paese è Sant’Anastasio che si festeggia il 22 gennaio con un’imponente processione religiosa. La sera precedente si svolge la festa del fuoco in onore del Santo: un grande falò in cui i racconti di varie generazioni con la degustazione di prodotti tipici locali, in primis i fagioli di Acquaviva, prodotto autoctono.

COSA VEDERE

La chiesa di Sant’Anastasio – La chiesa della Madonna dell’Assunta – Il Castello

DOVE MANGIARE

Bar ristorante “Dell’albero - Tiziana Rossi” (0865.84516, prenotazione obbligatoria, chiuso il Lunedì)

DOVE DORMIRE

Vedi Rionero Sannitico e Colli a Volturno

INFO ASSOCIAZIONI

Acquaviva d'Isernia:

This article has been read 2835 times.

Search the site
Articoli recenti
Articoli pił letti



© 2007-2012 Presidio Turistico Provincia di Isernia - tel. +39 0865 441471 - fax +39 0865 441290 - mail - Sigmastudio design